Mechanical seal pumps vs mag drive pumps


La scelta tra pompe con tenuta meccanica e pompe a trascinamento magnetico può essere condizionata, in alcuni
casi, da ingiustificate convenzioni o da generiche “mode” passeggere, piuttosto che guidata da effettive ragioni impiantistiche. Non di rado infatti, la preferenza di un sistema rispetto ad un altro nasconde fallaci pregiudizi tecnici: ad esempio, chi chiede una pompa con accoppiamento magnetico, sovente da per scontato che la tenuta meccanica sia un sistema meno sicuro rispetto alla trasmissione magnetica. Se è vero che la tenuta meccanica è più facilmente soggetta a trafilamenti, è anche vero che la presunta ermeticità dei magneti contrapposti può diventare un problema a causa della natura stessa di alcuni liquidi pompati. Quindi, prima di preferire aprioristicamente un sistema rispetto ad un altro, è consigliabile confrontarne attentamente gli innegabili vantaggi con gli eventuali svantaggi. Per cercare di aiutarvi in un questa scelta, illustriamo brevemente alcuni aspetti da considerare attentamente quando bisogna scegliere tra pompe a tenuta meccanica e pompe a trascinamento magnetico:


Trascinamento magnetico

Trasmissione magnetica

Le pompe a trascinamento magnetico sono caratterizzate da un giunto magnetico diviso in due parti: la prima parte viene calettata sull’albero motore mentre la seconda è solidale con la girante.
Il semigiunto magnetico collegato al motore trascina
il semigiunto della girante. Tra queste due parti non
c’è contatto: in quest’area viene inserita una camicia (solidale con il corpo pompa e quindi non in rotazione) che isola dall’atmosfera il liquido pompato. Il principale vantaggio delle pompe magnetiche è quello di essere virtualmente esenti da perdite esterne ma il loro uso esige particolare attenzione alle condizioni operative: ad esempio il liquido deve essere necessariamente pulito. Inoltre dal punto di vista della manutenzione
la pompa a trascinamento magnetico può risultare economicamente più onerosa.

Vantaggi

  • Esente da perdite esterne.
  • Per il pompaggio di liquidi altamente pericolosi.

Svantaggi

  • Per liquidi puliti privi di sospensioni metalliche.
  • Rivestimento plastico dei magneti molto sottile.
  • Parti rivestite in plastica (e non ricavate dal pieno).
  • Manutenzione più complessa e costosa.

Tenuta meccanica

Tenuta meccanica

La tenuta meccanica impedisce al liquido di fuoriuscire dal foro di ingresso dell’albero nel corpo della pompa. E’ costituita da una parte rotante, solidale con l’albero, e da una parte statica, solidale con il corpo pompa. Queste due parti sono in contatto tramite le facce degli anelli di tenuta. Gli anelli, statico e dinamico, hanno delle superfici di contatto con una finitura
molto elevata in modo da poter strisciare l’uno contro l’altro senza che il liquido fuoriesca. Tra le due superfici si crea un sottilissimo strato di liquido che lubrifica
gli anelli e migliora la tenuta. Sono macchine in grado
di lavorare con liquidi anche fortemente carichi di sospensioni solide o con densità elevata.
La manutenzione risulta facile ed economica. Questo tipo di pompe in materiale plastico è il più diffuso e di impiego più generale.

Vantaggi

  • Tenuta dalla costruzione semplificata.
  • Diffusa in tutti i settori industriali.
  • Adatta ad un’ampia gamma di liquidi corrosivi.
  • Completamente resistente alla corrosione.
  • Manutenzione rapida ed economica.

Svantaggi

  • Tenuta meccanica non ermetica.


index SCARICA IL PDF “CONFRONTO TENUTA MECCANICA -TRASCINAMENTO MAGNETICO”

Savino Barbera srl

Via Torino 12
10032 Brandizzo, ITALY
P.IVA 00520820010
R.I.TO 272-1974-2166
REA 489443
Cap. soc. 48000€ i.v.

Tel +39 011 913.90.63
info@savinobarbera.com

New on Instagram

  • Relic day how we tested our pumps in the beginninghellip
  • New catalogue coming soon pumps savinobarbera
  • Savino Barbera will celebrate 70 year in 2017

Be social:

  • twittertwitter
  • facebookfacebook
  • g plus profileg+
  • Pinterest profilepinterest board
  • youtubeyoutube
  • linkedin profilelinkedin